#ConsiglioTrasparente ultimipost profilo facebook ultimitweet like facebook

#consigliotrasparente

Consiglio comunale Ispica STORNELLO PDLa maggioranza torna alla carica con la riduzione dei settori della struttura amministrativa del Comune. Lo farà concretamente mercoledì 26 agosto alle 20 con la seduta del Consiglio comunale che segna la ripresa dopo la brevissima pausa estiva (per chi l’ha fatta ovviamente). Altro punto di rilievo l’istituzione dell’imposta di soggiorno.

La riduzione dei settori. E’ lo stesso provvedimento che si sarebbe dovuto votare nella seduta del 28 luglio. Trattandosi di una modifica allo Statuto comunale, in prima lettura occorrevano 14 consiglieri presenti. La minoranza (ad eccezione del M5S) si era allontanata dall’aula, assumendosi la responsabilità di allungare i tempi per l’approvazione di un provvedimento che, riducendo i settori “fino a un massimo di cinque”, snellisce l’apparato comunale, dove in atto si contano nove settori. Da considerare che più settori significano maggiori costi e maggiori esuberi di personale. Mercoledì, trattandosi di una seconda lettura che avviene entro 30 giorni, il quorum necessario scenderà a 11. Facile prevedere che il provvedimento passerà.

L’imposta di soggiorno. Sono tra i presentatori della proposta che prevede anche l’approvazione di un Regolamento specifico e la costituzione di un tavolo tecnico composto da rappresentanti dell’Amministrazione e delle associazioni di categoria impegnate nella gestione delle strutture turistiche. E’ l’unica, irrisoria tassa (da un minimo di 50 centesimi a un massimo di due euro al giorno, in base al tipo di struttura) che pagano i forestieri, coloro che risiedono nelle strutture alberghiere e ricettive in genere del territorio comunale. Essa va a beneficio del Comune che ha l’obbligo di destinarla a iniziative volte a sviluppare il turismo, i siti dove esso si svolge, le stesse strutture ricettive. Mi ero già occupato di questa imposta, in un post al quale rimando se si vogliono avere anche informazioni ed elementi più concreti. (Per andarci clicca qui).

L’ordine del giorno prevede anche la proposta della Giunta del recesso del Comune di Ispica dall’Associazione nazionale “Città del vino” (vedi) e la discussione di due mozioni presentate da altrettanti consiglieri di minoranza: riguardano la gestione della Farmacia Ispicenia, che come si sa è a capitale misto pubblico-privato, e la manutenzione e il rilancio dello Stadio Giuseppe Moltisanti.

Per leggere e scaricare la convocazione e l’ordine del giorno integrali clicca qui.

Share Button

Lunedì 13 luglio alle 20,30 tornerà a riunirsi il Consiglio comunale. All’ordine del giorno solo argomenti legati all’inizio del quinquennio. Le valutazioni che il Consiglio ha la facoltà di fare sulla composizione della Giunta costituiscono l’unico aspetto di ordine politico dei temi previsti. Per il resto sono in agenda la nomina delle quattro commissioni consiliari e la nomina della Commissione elettorale comunale. Sulle quattro commissioni permanenti, che dovrebbero snellire i lavori del Consiglio comunale pretrattando gli argomenti che poi approdano in aula, ci sarebbe qualche considerazione da fare. Ispica non è Torino e il passaggio in Commissione degli affari che devono essere approvati dal Consiglio costituisce un appesantimento di cui potremmo fare a meno. Non è solo un problema di costi: ai gettoni di presenza rinunceremo tutti, anche se vanno considerati gli esborsi di altro genere, come quelli per il personale e l’utilizzo dei locali. Occorre conferire snellezza all’iter di una delibera che semmai può essere discussa mezz’ora in più in aula piuttosto che passare al vaglio preliminare della Commissione competente. Opportuna a mio avviso una riflessione sul mantenimento delle commissioni che tuttavia, fin quando restano previste dal Regolamento, devono essere costituite e devono lavorare. Per scaricare la convocazione e l’ordine del giorno integrali clicca qui.

Share Button